Stai leggendo:

Disturbi alimentari

disturbi alimentari Napoli

I disturbi dell'alimentazione sono diversi : l'anoressia e la bulimia, legate al controllo del peso (nel primo caso una restrizione patologica alimentare che porta ad un forte dimagrimento e nel secondo con mangiate incontrollate a cui seguono condotte compensative quali vomito, abuso di lassativi/diuretici e sport estremo), sono i più diffusi, soprattutto per le donne, che più spesso tendono a seguire modelli di bellezza estetica. Stanno però aumentando le forme miste, in cui si passa dall'anoressia nervosa alla bulimia nelle diverse fasi della vita, e il disturbo da alimentazione incontrollata (binge eating disorder), una sorta di bulimia senza comportamenti di compenso che porta frequentemente all'obesità: è stimato che circa il 30% degli obesi sia affetto da questo disturbo.

Le diagnosi ufficiali nel DSM 5

Il DSM-5 include le seguenti categorie diagnostiche (le prime tre riguardano soprattutto i disturbi della nutrizione dell’infanzia)

  1. Pica
  2. Disturbo di ruminazione
  3. Disturbo da evitamento/restrizione dell’assunzione di cibo
  4. Anoressia nervosa
  5. Bulimia nervosa
  6. Disturbo da alimentazione incontrollata
  7. Disturbo della nutrizione o dell’alimentazione con specificazione
  8. Disturbo della nutrizione o dell’alimentazione senza specificazione

Verso nuove diagnosi : cos'è la vigoressia

Il problema è aumentato anche negli uomini, sempre più attenti al fisico: la vigoressia, o anoressia reversa, è una forma di dismorfismo corporeo che porta la persona ad una continua ossessione per il tono muscolare, l'allenamento, la massa magra, una dieta ipocalorica e iperproteica, uno stile alimentare dannoso per ottenere un fisico pompato, a cui spesso si aggiunge l'uso di sostanze illegali per raggiungere l’obiettivo.
L'alimentazione è una funzione biologica primaria e quando viene compromessa, è compromessa gran parte della vita anche nelle relazioni sociali

Le diete e l’approccio psicologico

Le diete da sole non sono risolutive perché non si tratta di un problema di linea ma di disagio e insicurezza, di attenzione morbosa verso il corpo. E la restrizione alimentare non lo risolve bensì lo amplifica. Bisogna imparare a mangiare in modo consapevole, tornare a riconoscere i segnali di fame e sazietà, non imporsi divieti e lavorare sui fattori cognitivi ed emotivi per comprendere quali sono i reali motivi che hanno portato alla compromissione di questo comportamento.

Resta intesto che tutto ciò è perseguibile, in caso di disturbi alimentari, con un aiuto psicoterapico che accompagni una sana alimentazione. L’ideale è farsi seguire da una equipe composta almeno da un nutrizionista o dietologo , da uno psicoterapeuta, e svolgere attività fisica. Ogni cambiamento presuppone un cambiamento di stile di vita, cosi si puo’ vincere e ritornare in forma da un punto di vista sia fisico che psicologico.


Dott A. Lobello
Psicologo Psicoterapeuta

Ambiti d'intervento

  • disturbi del comportamento alimentare
  • disturbi d'ansia
  • consulenza di coppia
  • problemi della sfera relazionale e sessuale
  • disturbi somatoformi
  • disturbi post-traumatici da stress
  • disturbi psicosomatici
  • disturbi dell'umore
  • elaborazione del lutto
  • colloqui di valutazione del disagio psicologico
  • disturbi psicotici
  • psicologia forense
  • valutazione per chirurgia bariatrica
  • depressione
  • perizie di parte
  • disturbi psicosomatici
  • dipendenze da sostanza, dipendenze da gioco , dipendenza da internet
  • supporto psicologico nella separazione e affidamento
  • trattamento del trauma con la terapia emdr
  • riabilitazione balbuzie
  • terapia aba per disturbi dello spettro autistico
  • ipnosi clinica

Psicologo Napoli - Dott. Alessandro Lobello

Sede: Via Annibale Marchese, 10, Napoli 

Partita IVA: 07221491215

declino responsabilità | privacy | cookie policy | codice deontologico

alessandrolobellopsicologo@gmail.com

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2019 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà del Dott. Alessandro Lobello .
Ultima modifica: 21/02/2019

www.Psicologi-Italia.it

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.